Info!
Il Glacier Hotel Grawand è attualmente chiuso. Il ristorante apre il 1° luglio, l'hotel il 16 settembre.

UN GHIACCIAIO DAVVERO SPECIALE

Meraviglia della natura e luogo mistico

Siete già caduti nell’incantesimo del ghiacciaio della Val Senales? Sembra un gigante tranquillo, che troneggia imponente con le sue pietraie e i suoi ghiacci perenni. Considerato come un vero e proprio paradiso delle escursioni e degli sport invernali, oltre che luogo di meditazione, il ghiacciaio della Val Senales è molto di più di una semplice “calamita” per visitatori. Nella cornice di una natura incontaminata, la montagna conserva le tracce di una lontana preistoria, ed ospita ancora l’antica tradizione della transumanza, oggi Patrimonio mondiale dell’Unesco.

I NUMERI DEL GHIACCIAIO

Il ghiacciaio della Val Senales, noto anche come Ghiacciaio del Giogo Alto , si trova tra la Val Senales, in Alto Adige, e la valle del Venter nelle Alpi Venoste. Si estende su una superficie di 3 chilometri e misura 185 ettari, in piccola parte adibiti ad area sciistica. Come tutti gli altri ghiacciai, anche quello della Val Senales subisce gli effetti del riscaldamento globale. Soprattutto nei mesi estivi si cerca, per quanto possibile, di proteggere i suoi ghiacci dell’irraggiamento solare.

UN MANTO PROTETTIVO

In estate, quando la neve si scioglie, gli effetti dei cambiamenti climatici sono chiaramente visibili sul ghiacciaio della Val Senales, che, come tutte le aree di alta quota del pianeta, subisce gli effetti del costante aumento delle temperature. Per prevenire un ulteriore arretramento del ghiacciaio, le aree più esposte all’irraggiamento solare vengono protette con appositi teloni. 

LA TRANSUMANZA

Non è stato solo Ötzi a contribuire alla popolarità del ghiacciaio della Val Senales: anche la transumanza, una tradizione in uso ormai da secoli, è indubbiamente uno dei principali highlight dell’area. Recentemente, la sfilata delle greggi, appuntamento immancabile della tarda estate, ha ottenuto un riconoscimento ufficiale dall’Unesco, che ha inserito questa usanza nel patrimonio immateriale mondiale dell’umanità. Quando i pastori riportano a valle dall’Austria migliaia di capre e pecore attraverso il Giogo Alto e il Giogo Basso, si fa grande festa a Maso Corto e Vernago. Un appuntamento da non perdere!

LA FELICITÀ DELLE VACANZE

Un periodo da vivere in prima persona